Il mio Senso della Vita

lauracarpi.wordpress.com

– Questo testo viene quasi sempre presentato come “Manoscritto del 1692 trovato a Baltimora nell’antica chiesa di San Paolo”.

baltimora.it

Invece nel 1959, il reverendo Frederick Kates, rettore della chiesa di St. Paul, a Baltimore, nel Maryland, incluse questo pensiero in una raccolta di materiale devozionale. In cima alla raccolta, c’era l’annotazione “Old St. Paul’s Church, Baltimore, A.C. 1692”, che è l’anno di fondazione della chiesa… da qui l’equivoco. In realtà, l’autore di questi versi è Max Ehrmann, un poeta di Terre Haute, Indiana, vissuto dal 1872 al 1945, e scrisse “Desiderata” intorno al 1927. Narra la leggenda che ci sono nel mondo nove “Desiderata”. Al momento ne sono state ritrovate tre: la prima (la più antica) scritta in sanscrito ritrovata in India, la seconda ritrovata nella vecchia chiesa di Saint Paul a Baltimora nel 1962, la terza ritrovata in Bretagna nel 1998, sull’isola di Groix, in una casupola in pietra di pescatori a picco su un promontorio chiamato “Trou de L’enfer” -.

Queste parole sono state scritte da Laura Carpi nel suo blog lauracarpi.wordpress.com e le ho prese in prestito, grazie al suo gentile permesso, perché le ho trovate capaci di spiegare bene cosa si cela dietro ad un particolare ritrovamento che ho avuto il piacere di scoprire e conoscere qualche anno fa. Mi aveva colpito così tanto che non l’ho più dimenticato e oggi, rispolverandolo da dei file nei quali l’avevo salvato, ve lo propongo. Questa è la traduzione del famoso Manoscritto di cui si parla:

Procedi con calma tra il frastuono e la fretta e ricorda quale pace possa esservi nel silenzio. Per quanto puoi, senza cedimenti, mantieniti in buoni rapporti con tutti. Esponi la tua opinione con tranquilla chiarezza e ascolta gli altri: pur se noiosi e incolti, hanno anch’essi una loro storia. Evita le persone volgari e prepotenti: costituiscono un tormento per lo spirito. Se insisti nel confrontarti con gli altri rischi di diventare borioso e amaro, perchè sempre esisteranno individui migliori e peggiori di te. Godi dei tuoi successi e anche dei tuoi progetti. Mantieni interesse per la tua professione, per quanto umile: essa costituisce un vero patrimonio nella mutevole fortuna del tempo. Usa prudenza nei tuoi affari, perchè il mondo è pieno d’inganno. Ma questo non ti renda cieco a quanto vi è di virtù: molti sono coloro che perseguono alti ideali ed ovunque la vita è colma di eroismo. Sii te stesso. Soprattutto non fingere negli affetti. Non ostentare cinismo verso l’amore, perchè, pur di fronte a qualsiasi delusione, e aridità, esso non resta perenne come il sempreverde. Accetta docile la saggezza dell’età, lasciando con serenità le cose della giovinezza. Coltiva la forza d’animo, per difenderti nelle calamità improvvise. Ma non tormentarti con delle fantasie: molte paure nascono da stanchezza e solitudine. Al di là d’una sana disciplina, sii tollerante con te stesso. Tu sei figlio dell’universo non meno degli alberi e delle stelle, ed hai pieno diritto d’esistere. E, convinto o non convinto che tu ne sia, non v’è dubbio che l’universo si stia evolvendo a dovere. Perciò stai in pace con Dio, qualunque sia il concetto che hai di lui. E quali che siano i tuoi affanni e aspirazioni, nella chiassosa confusione dell’esistenza, mantieniti in pace con il tuo spirito. Nonostante i suoi inganni, travagli e sogni infranti, questo è pur sempre un mondo meraviglioso. Sii prudente. Sforzati d’essere felice”.

Può essere quindi questo il senso di una vita? Della nostra vita? Ho sempre creduto di sì e mi faceva piacere condividere con voi questo pensiero.

biellaclub.it

Questo scritto rasserena ma, allo stesso tempo, rincuora e permette d’indossare voglia di vivere. Ogni sua singola frase porta in sé un meraviglioso messaggio. Un messaggio adatto a tutti. Porta un’emozione che non dovrebbe mai venir meno. Bisognerebbe trascriverlo su un foglio di carta e appenderlo in camera da letto, sopra al comodino, così da poterlo notare ogni mattina nel momento stesso in cui apriamo gli occhi, non trovate? …Tu sei figlio dell’Universo non meno degli alberi e delle stelle…. E chi mi conosce sa quante volte ho ripetuto questa frase. E poco importano i vari misteri, seppur affascinanti, che si nascondono intorno alla sua esistenza. Queste parole sono ricchezza pura e vale la pena trascriverle. In ogni lingua del mondo.

antoniocivetta.it

Forse, dovrebbero esserci insegnate dal momento stesso in cui veniamo al mondo, anche se quando veniamo al mondo già lo sappiamo di nostro senza essere ancora edulcorati dalla vita alla quale poi partecipiamo. Perchè dopo, non si salta più nelle pozzanghere come bambini.

mamma.pourfemme.it

Non si rimane un solo giorno senza pre-occuparci. Poi, basta un semplice orologio a distoglierci dal nostro senso della vita. E in questa nostra vita non si riesce ad attendere di essere prima boccioli, per poi dischiudersi e infine fiorire.

flaviamile.wordpress.com

No. Perchè saremo boccioli guardando chi ci ha fatto nascere, ci dischiuderemo notando solo noi stessi e fioriremo osservando gli altri e chi lo fa meglio di noi. Può essere questo un senso di vita? No. Ritorno alle parole del Manoscritto e le faccio mie. Perchè questo è ciò che voglio. Perchè nonostante i suoi inganni, travagli e sogni infranti, questo è pur sempre un mondo meraviglioso. Perchè è il nostro mondo. Il nostro momentoPerchè quanto ci sforziamo e tanto ci proviamo ad esser tristi e trovare la magagna, tanto dovremmo sforzarci, si, d’essere felici.  Con amore. Cantando un inno alla vita. Potendo scegliere in che direzione andare.

wikipedia.org

Albert Einstein diceva – Ci sono due modi di vivere la vita. Uno è pensare che niente è un miracolo. L’altro è pensare che ogni cosa è un miracolo -. Noi stessi siamo un miracolo. Condividete? E per voi, ditemi, qual è il vostro senso della vita?

Prosit!

photo lauracarpi.wordpress.com – baltimora.it – antoniocivetta.it – biellaclub.it – flaviamile.wordpress.com – mamma.pourfemme.it – wikipedia.org

10 pensieri su “Il mio Senso della Vita

  1. Oh, Meg… Non sai quante volte ho trascritto e citato frasi da quel testo. Anch’io lo conoscevo così, come “Manoscritto trovato a Baltimora nell’antica chiesa di San Paolo”, fino a un attimo fa. Io ci sono entrata in contatto attraverso l’oratorio, che è stato l’ambiente in cui sono cresciuta fino ai 23 anni circa e che poi ho abbandonato. Ora vedo tutto in maniera diversa; anche quello che dice il manoscritto. Sono disincantata, è vero; ma sto meglio di prima (o almeno credo).
    Interessante la storia dei “Desiderata”.
    Buona giornata e un abbraccio 🙂

    "Mi piace"

    • Tiptoe! Stavo venendo da te! 🙂 Si, innanzi tutto è davvero interessante e anche un pò misteriosa questa storia. Io sarò più fredda ma devo dire che questo manoscritto l’ho conosciuto tramite internet anni fa. Non importa, in un modo o nell’altro è arrivato a noi, penso sia questo l’importante. Disincantata…. forse non è detto per quel che ti conosco o forse, diamo a questo termine correlazioni diverse. Ma sai che anch’io ho passato anni all’Oratorio? 🙂 Mi dirai, forse un pò tutti quelli della nostra età circa… e anche prima. Un bacione, ora arrivo da te che devo vedere se hai scritto qualcosa in questi giorni 🙂 smack!

      Piace a 1 persona

  2. Ciao Magda, quanto bello era leggere questo post.. la vita sarebbe cosi bella, quando ognuno di noi sarebbe più rispettoso, amorevole e sopratutto onesto verso il prossimo e se stesso, cara abbi una bella giornata e grazie per questo pel post bussi a te e Ettore ♥

    "Mi piace"

  3. Le parole del testo sono belle, ma tu Meg ne hai dato un’interpretazione così bella e sensibile che non c’è altro da aggiungere. Per me la felicità e il senso della vita partono dal meravigliarsi ogni giorno di ciò che siamo e ciò che ci circonda. Possibilmente nel silenzio, anche interiore. Quello che mi dispiace è la reazione che a volte incontro quando condivido questa mia visione della vita e mi sento dire “Fai in fretta tu a parlare! Che problemi hai? E poi vivi in un mondo tutto tuo!”. Se per mondo tutto mio si intende occuparmi della mia famiglia lavorare fare commissioni sognare progettare fare la spesa fare economia prendermi 10 minuti per un te’ caricare la levatrice ridere piangere allora hanno ragione, ma a me sembra sia semplicemente vivere e voglio farlo nel miglior modo possibile! 😉

    Piace a 1 persona

    • Innanzi tutto grazie per le belle parole e per i complimenti che mi riempiono il cuore e poi vorrei darti un consiglio da tenere sempre a mente: ogni volta che ti senti dire queste cose da qualcuno pensa a me e pensa che siamo in due! 🙂 Perchè la penso esattamente come te, faccio le stesse cose che fai tu, vivo la vita con le stesse emozioni e mi sento dire le stesse parole perciò, quantomeno, non sei sola! 🙂 spero ti faccia piacere, dal canto mio io penserò a te! Un forte abbraccio.

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...